Casa Famiglia “Donna Nuova”

L’ambito della pastorale carceraria è da sempre luogo privilegiato di attenzione e di intervento da parte della Caritas Diocesana di Pozzuoli. La presenza sul territorio di due realtà carcerarie, la Casa Circondariale Femminile di Pozzuoli e l’Istituto di pena minorile di Nisida, è stata da sprone e da stimolo per cercare di rintracciare ed elaborare risposte sempre più efficaci ai bisogni dei detenuti e delle loro famiglie, al fine di tradurre in opere l’indicazione evangelica di “visitare i carcerati”.

La casa famiglia “Donna Nuova”, giunta al suo quarto anno di attività, rappresenta il luogo in cui sono visibili lo sforzo e l’impegno della Diocesi nel lavorare a favore degli ultimi e degli esclusi. In questi anni sono state garantite 37 disponibilità ed accolte 22 donne.

La casa famiglia ospita donne sottoposte a regime di detenzione alternativo alla reclusione in istituto e consente loro di vivere il particolare e difficile momento che si trovano a dover affrontare in un ambiente sereno ed accogliente. Il contesto domestico e la gestione familiare della casa, consentono alle ospiti di mantenere saldi i legami con la “normalità” e la “quotidianità” dell’esistenza e di non vivere l’esperienza di spersonalizzazione e disumanizzazione che spesso si accompagna alla vita in carcere. Nella casa famiglia ciascuna donna assume, nei confronti di se stessa e delle altre, una serie di impegni da portare avanti responsabilmente. Il clima affettivo e relazionale, proprio della vita familiare, costituisce il contesto ideale per la progettazione e la realizzazione di interventi pedagogici con le singole ospiti. Incontri di verifica settimanali sull’andamento della vita domestica offrono a ciascuna l’occasione di misurare se stessa, rispetto alle altre, circa le proprie responsabilità, i propri impegni, i propri meriti e le proprie mancanze. Misurarsi nel piccolo gruppo aiuta, infatti, ad assumere maggiore consapevolezza di sé, anche in relazione ai propri contesti d’origine, senz’altro più complessi e sicuramente più problematici, sperimentando il ruolo positivo che ciascuna di loro può assumere per prepararsi a riprendere il controllo della propria vita e progettando una esistenza differente.

Con la stessa intenzionalità pedagogica, sono stati attivati ogni anno, grazie alla preziosa collaborazione di un gruppo di volontarie, una serie di laboratori tra cui cucito, decoupage e bijuotteria. Questi laboratori hanno recentemente dato vita ad una vera e propria “officina” di produzione di piccolo artigianato: Officina Donna Nuova. Nell’ambito dell’Officina è possibile, per le donne coinvolte, vivere l’esperienza della gestione di un piccolo progetto: dalla fase di ideazione del prodotto fino all’allestimento di un piccolo punto espositivo in cui mostrare i propri lavori e, insieme, il proprio talento, la propria creatività, il proprio mondo interiore.

Maria Ricciardi / Responsabile

SEDE Via Roma, 50
ORARI DI APERTURA 24 ore su 24 per 365 giorni all’anno
SEGRETERIA Dal lunedì al venerdì, dalle ore 9.30 alle 12.30

TELEFONO 0815265536
FAX 0815240840
EMAIL casadonnannuova@virgilio.it

Il libro “Donna Nuova si racconta” di Maria Romano

Edizione a cura della Caritas Diocesana di Pozzuoli, 2015

Scarica l’ebook della Caritas Diocesana di Pozzuoli